Significato esoterico del numero 13

di Valentina Cervelli Commenta

Quale è il significato esoterico del numero 13 che tanto spaventa diverse culture? Esso è un elemento molto importante per la sacralità che racchiude nella sua esistenza e che ha origine addirittura al momento della creazione.

L’uomo è un essere spirituale che compie un viaggio, un’esperienza nel mondo materiale. L’anima è la sua vera essenza ed in qualche modo impronta divina all’interno della fisicità. Il numero tredici, per molti esoterici, proprio per via della natura divina e spirituale del tutto, è quell’elemento che indica la frammentazione originale del Dio. Esso (chiamato anche il Tutto) si sarebbe diviso in tredici corpi di essenza animica privi di sesso e personalità: pura e semplice energia (dotata di forma umana, N.d.R) che rappresentavano il punto di partenza e di arrivo dell’esperienza fisica dell’essere vivente.  Sono stati poi questi tredici corpi, secondo alcune teorie a dare vita ad esseri di sesso maschile e femminile.

Rispetto alla divinità iniziale questi tredici, pur condividendone la natura vivono su frequenze differenze. Ed ogni essere umano dipende da uno di questi. E’ per tal motivo che il 13 vien considerato nei contesti bianchi un numero sacro al quale fare riferimento.

Diverso discorso avviene in quelli considerati i circoli esoterici scuri dove il 13 simboleggia quelle famiglie che hanno creato un potere oscuro da contrapporre a Dio (il Tutto, il Bene, N.d.R.) per dominare e risucchiare tutta l’energia del mondo. Il 13 viene considerato come un numero potente e malefico, fautore di sfortune e di incidenti ma al contempo potente, allo stesso modo, anche per chi coltiva potere oscuro.

Photo Credit | Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>