Franco Battiato, nelle sue canzoni messaggi esoterici?

di Malvi Commenta

Nelle canzoni di Franco Battiato è possibile ritrovare messaggi esoterici?

Messaggi esoterici nelle canzoni di Franco Battiato? A sposare questa teoria è Fabrizio Basciano su Il Fatto Quotidiano. Ed è sempre molta la curiosità quando si parla di musica e di artisti che hanno spesso lanciato messaggi in perfetto stile esoterico.

Franco Battiato

Ecco quello che ha affermato di recente Fabrizio Basciano su alcuni testi di Franco Battiato, soprattutto quelli che hanno caratterizzato l’inizio di carriera dell’artista siciliano. La ricerca parte da L’era del Cinghiale Bianco, disco che Franco Battiato ha confezionato nel lontano 1979. Nel brano che dà il nome all’album

si fa riferimento a un periodo storico leggendario, a un’età dell’oro degli antichi popoli celti di periodo pre-romano: l’era della conoscenza spirituale incarnata dal suo stesso simbolo, il cinghiale bianco

 SABRINA SALERNO SVELA IL SUO RAPPORTO CON L’ESOTERISMO

E nello stesso disco, che contiene il singolo Magic shop, Franco Battiato parla di  una signora che vende corpi astrali. Dice a tal proposito sempre Francesco Biasciano:

Non senza una certa ironia e denunciando al contempo un consumismo irto di contraddizioni, Battiato tira in ballo il corpo astrale. Insomma, una sorta di secondo corpo (l’anima) in una scala che contempla il corpo fisico, quello astrale, quello mentale e, infine, il corpo causale

I riferimento all’esoterico da parte di Franco Battiato sono tantissimi e si ritrovano anche nelle canzoni che l’artista siciliano ha confezionato successivamente. E sono tanti gli studiosi che hanno analizzato nel tempo i testi del cantante che ha sempre dimostrato una certa predisposizione nel fare riferimento all’esoterismo.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>